TAKEMUSU AIKIDO TRIESTE

 
 

Glossario Minimo

AGURA seduto a gambe incrociate
AI HANMI stessa guardia (per esempio, due persone di fronte entrambe col piede sinistro avanti)
AI UCHI uccisione reciproca
ARIGATO grazie
ARIGATO ONEGAI SHIMASU grazie (formale, per esempio rivolto al partner nel corso della pratica)
ASHI piede
ATAMA testa
ATEMI colpo (in aikido, per lo più un pugno a braccio piegato verso punti vitali che ha lo scopo di preparare l'esecuzione di una tecnica)
AWASE armonizzazione (il compiere movimenti in stretta correlazione con i movimenti di chi attacca)
AYUMI ASHI passo, camminata, in cui il piede arretrato, con la punta rivolta all'esterno, supera l'altro
BARAI parata effettuata con una spazzata (col jo ad esempio)
BOKEN / BOKKEN spada di legno (può essere di varie misure e forme)
BU guerra
BUKI WAZA la pratica con le armi
BUSHI la classe militare giapponese, quasi una casta, protagonista delle numerose lotte per il potere in particolare fra il 1100 e il primo 1600
BUSHIDO codice etico della casta guerriera
CHIKAI MAAI posizione di guardia a distanza ravvicinata
CHUDAN medio (mezza altezza)
CHUSHIN baricentro, centro dell'equilibrio
DAIJOBU bene, giusto
DAME male, sbagliato
DAN KAI TEKINI grado per grado
DESHI allievo (soto deshi, allievo esterno, ospite occasionale del dojo; uchi deshi, allievo interno)
DO dottrina, via (scuola, in senso lato)
DOJO luogo di pratica delle arti marziali (parzialmente coincidente col termine palestra)
DOJO CHO capo dojo, responsabile di un dojo
DOMO ARIGATO GOZAIMASHITA grazie molte (formale, usualmente alla fine della pratica)
DORI presa
DOSHU guida, capo assoluto nell'ambito dell'aikido, titolo trasmesso in linea ereditaria dal fondatore (Doshu attuale è Moriteru Ueshiba, nipote del fondatore)
DOZO / DOSO prego (come invito, per esempio ad iniziare un esercizio)
ERI colletto
ERI DORI presa al colletto/bavero
FURI KABURI caricamento simultaneo delle spade
GEDAN basso
GERI calcio
GOMEN NASAI mi dispiace (tipicamente quando nella pratica si commette un errore ai danni del compagno)
GYAKU HANMI guardia opposta (per esempio, due persone di fronte una col piede destro e l'altra col piede sinistro avanti)
HAI
HANMI posizione di guardia (le linee delle direzioni dei due piedi, uno dietro l'altro, intersecandosi formano 90°)
HANMI HANDACHI WAZA tecniche da seduto su attacchi da persona in piedi
HANTAI opposto
HANTAI KATATE DORI presa di una mano del compagno con la stessa mano (sinistra con sinistra, destra con destra)
HAPPO GIRI fendenti in otto direzioni
HAPPO UNDO esercizio di ikkyo undo in otto direzioni
HAYA GAESHI cambio nella posizione dei piedi: il piede arretrato avanza al posto di quello avanzato, che arretra
HENKA variazione
HENKA WAZA tecniche costituite da variazioni
HIDARI sinistra
HIJI gomito
HIJI DORI presa al gomito
HIJI KIME OSAE controllo del gomito, blocco del braccio esercitato sul gomito
IKKYO primo principio
IKKYO UNDO esecuzione del movimento del primo principio da soli
IRIMI entrata (interno)
IRIMI TENKAN movimento di entrata seguito immediatamente da un tenkan (movimento in rotazione facendo perno su un piede)
JINJA tempio
JIYU WAZA esecuzione di tecniche libere
JO bastone
JODAN alto
JO DORI presa del jo (tecniche in cui si afferra il JO di chi attacca)
JO KAMAE posizione di guardia col jo
JO MOCHI NAGE WAZA tecniche di proiezione in cui tori proietta uke dopo avergli fatto afferrare il jo
JO NO AWASE esercizi di armonizzazione col jo
JO SUBURI esercizi di base col jo
JUJI incrociato
JUJI GARAMI proiezione in cui un braccio di uke è controllato con l'uso di due braccia da tori
JUJI NAGE proiezione in cui le braccia di uke sono incrociate fra loro
KAESHI WAZA contro tecniche
KAISO fondatore
KAITEN rotazione
KAITEN NAGE proiezione ottenuta con una rotazione
KAMAE posizione
KAMIZA lato del dojo dove si trovano i simboli delle divinità (kami) e verso il quale si dirige il saluto dal lato opposto
KANREN WAZA successione di tecniche differenti senza soluzione di continuità
KARA da (a partire da, vedi MADE)
KATA 1°, spalla; 2°, sequenza codificata di movimenti prestabiliti
KATA DORI presa ad una spalla
KATAME WAZA tecniche di controllo e blocco
KATATE DORI presa al polso (per convenzione, mano destra al polso sinistro e mano sinistra al polso destro)
KEIKO allenamento
KEIKOGI abito, tenuta da allenamento
KEN spada
KEN AWASE movimenti in armonizzazione fra due partner col ken
KEN TAI JO AWASE movimenti in armonizzazione fra due partner, uno col jo e l'altro col ken
KI energia vitale
KIHON (WAZA) base (tecniche)
KIHON base, basico (l'insieme delle tecniche di base, anche KIHON WAZA)
KIME decisione, determinazione
KI MUSUBI unione dell'energia vitale
KI MUSUBI NO TACHI la spada che unisce l'energia vitale (un insieme di movimenti codificati per due praticanti con la spada)
KI NO NAGARE flusso del ki (fare scorrere l'energia), esecuzione di una tecnica in fluidità
KI TAI con l'uso del ki (il massimo livello esecutivo delle tecniche)
KOHAI principiante
KOKYU respirazione
KOKYU HO movimento effettuato tramite il respiro
KOKYU NAGE proiezione effettuata tramite un movimento legato alla respirazione
KOSA DORI (anche HANTAI KATATE DORI) presa al polso opposto (mano destra al polso destro)
KOSHI anca
KOSHI NAGE proiezione affettuata tramite un'opposizione dell'anca
KOTAI 1°, cambio; 2°, solido, basilare
KOTE polso
KOTE GAESHI rotazione del polso
KUBI collo
KUBI SHIME presa al collo, strangolamento
KUMI JO sequenze codificata in cui i due partner usano il jo
KUMI TACHI sequenze codificate in cui i due partner usano il ken
KYU grado (usato per indicare i gradi inferiori dei praticanti prima del 1° dan)
MA AI la distanza fra i due praticanti
MADE fino a (es: ichi kara san made=dall'uno fino al tre), vedi KARA
MAE avanti, di fronte
MAE UKEMI caduta in avanti (generico)
MAE WAZA tecniche su attacchi frontali
MAWATE (MAWATTE) voltarsi, girarsi
MAWASHI rotatorio, circolare
MEN testa
MENUCHI fendente alla testa
MIGI destra
MIGI HANMI guardia destra
MOCHI presa
MOKU ROKU il diploma conclusivo di un determinato percorso di apprendimento (a volte con l'indicazione specifica delle tecniche apprese)
MOROTE DORI presa al polso con le due mani
MUDANSHA l'allievo di grado inferiore alla cintura nera
MUNA (MUNE) petto
MUNA DORI presa al petto
NAGARE flusso, corrente
NAGE proiezione
NAGINATA lancia lunga terminante con una lama curva
NANAME diagonale
NIKKYO secondo principio
NININ DORI presa contemporanea da parte di due attaccanti
O grande
OBI cintura, fascia
OMOTE di fronte
ONEGAI SHIMASU prego, per favore (come augurio di buona pratica)
OSAE controllo (blocco)
OTOSHI rovesciamento (di uke)
OWARIMASU finito, è sufficiente
OYO WAZA applicazione dei principi (commisurata alle necessit� della situazione)
RAN disordine, caos
RAN DORI prese/attacchi multipli
REI saluto
REIGI etichetta, galateo
RENZOKU continuo, senza interruzione
RITSUREI saluto in piedi
RYO entrambi/e (per es: RYO KATADORI, presa su entrambe le spalle)
RYO ERI JIME presa al petto con le mani incrociate
RYO HIJI DORI presa dei due gomiti
RYO KATA DORI presa alle spalle
RYO TE DORI presa ai polsi
SABAKI movimento, spostamento
SANKAKU triangolo
SANKYO terzo principio
SANNIN DORI attacco, presa da parte di tre persone
SEIKA TANDEN il centro dell'addome
SEIZA posizione seduta
SEMPAI praticante anziano
SENSEI maestro
SHIHAN guida, punto di riferimento; di norma solo dal 6° dan in poi
SHIHO quattro direzioni
SHIKKO camminare in ginocchio
SHIMOZA il lato del dojo opposto a quello principale, il kamiza (il lato dei kami)
SHITA basso
SHIZENTAI posizione eretta del corpo
SHODAN il primo grado superiore, la cintura nera
SHOMEN frontale
SHOMEN UCHI colpo frontale, dall'alto verso il basso
SODE manica
SODE GUCHI bordo della manica
SOKE caposcuola
SOTO esterno
SUBURI movimenti con le armi eseguiti individualmente
SUMIMASEN chiedo scusa, chiedo il permesso (prima di interrompere per qualsiasi ragione la pratica)
SUMI OTOSHI proiezione laterale
SUWARI seduto
SUWARI WAZA tecniche in cui i due partner sono seduti
TACHI in piedi, spada (di grandi dimensioni
TACHI DORI tecniche in cui si afferra il ken di chi attacca
TACHI WAZA tecniche eseguite in piedi
TAI corpo
TAI NO HENKO cambio di posizione del corpo (TAI)
TAI SABAKI movimenti del corpo (generico)
TAISO ginnastica, esercizi
TANKEN/TANTO coltello, pugnale
TE mano
TE GATANA mano aperta, a taglio
TE KUBI polso
TENKAN spostamento effettuato ruotando su un piede
TE ODOKI svincolare le mani dalla presa
TORI chi esegue la tecnica
TORI FUNE esercizio tradizionale che imita il movimento di un vogatore
TSUGI ASHI spostamento in avanti in cui il piede avanzato avanza ulteriormente, seguito da quello arretrato
TSUKA impugnatura, manico
TSUKI colpo diretto frontale, a mani nude o con armi
TSUKI JO KAMAE posizione di guardia col jo orizzontale
UCHI 1°, colpo; 2°, interno (opposto a SOTO); 3°, chi colpisce
UCHI JO chi colpisce/attacca col JO
UCHI TACHI chi colpisce/attacca col KEN
UDE braccio
UDE KIME NAGE proiezione facendo leva su un braccio
UE alto (es: ue kara shita ni=dall'alto verso il basso)
UKE chi riceve
UKE JO chi riceve un attacco di jo e si difende eseguendo una tecnica
UKEMI caduta (generico)
UKE TACHI chi riceve un attacco di ken e si difende eseguendo una tecnica
URA esterno
USHIRO dietro
USHIRO DORI presa da dietro
USHIRO ERI DORI presa al colletto da dietro
USHIRO KUBI DORI presa al collo da dietro
USHIRO KATATE MUNA DORI presa da dietro ad un polso e al petto
USHIRO KUBI SHIME strangolamento da dietro
USHIRO UKEMI cadute indietro
USHIRO WAZA tecniche su attacchi da dietro
WAZA tecnica
YAME basta, fermarsi
YOKO laterale
YOKO UKEMI caduta laterale
YOKOMEN UCHI colpo fendente laterale (di norma diagonale, dall'alto verso il basso)
YUDANSHA chi possiede un grado superiore, da 1° a 5° dan
ZAREI saluto in ginocchio
ZENGO due direzioni
ZEMPO KAITEN UNDO caduta in avanti rotolata

HOME
IL CORSO
TAKEMUSU AIKIDO
INFO E NOTE
GALLERY E VIDEO
CONTATTI E LINKS